logo unione europea logo governo italiano logo regione liguriaIl sito della Regione Liguria dedicato al mondo del lavoro

Il sito di Regione Liguria per il lavoro - Area Aziende

Il piano degli investimenti di avvio

Gli investimenti o immobilizzazioni di avvio vanno quantificati con la massima precisione possibile, considerato che consentono di definire anche la quota di ammortamento annuo di ciascun investimento. Una quota che, nel conto economico dell’attività, rappresenta uno dei costi fissi più importanti. Per calcolare questa quota, è sufficiente dividere l’importo del bene per gli anni di durata dello stesso. Il suggerimento, in fase di stesura del business plan, è calcolare gli anni effettivi di durata del bene e non quelli imposti dalla normativa fiscale: in questo modo si ha una visione più realistica dei costi di ammortamento.
Nel piano degli investimenti, è opportuno dividere le immobilizzazioni materiali dalle immateriali e dalle finanziarie. Le immobilizzazioni materiali fanno riferimento a quanto si esborsa per l’acquisto dei beni ‘fisici’ dell’azienda, come le attrezzature, i mezzi di trasporto, gli arredi, i pc e così via. Le immobilizzazioni immateriali fanno riferimento alle spese da sostenere per l’acquisto ‘servizi’, quindi beni intangibili, come, per esempio, marchi, brevetti, consulenze, parcelle di notaio per la costituzione della società. Le immobilizzazioni finanziarie sono, infine, le risorse che devono essere utilizzate per pagare, per esempio, il deposito cauzionale per l’affitto dei locali.

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.