logo unione europea logo governo italiano logo regione liguriaIl sito della Regione Liguria dedicato al mondo del lavoro

Il sito di Regione Liguria per il lavoro - Area Aziende

Martedì, 11 Marzo 2014

Genova capitale della mediazione

A settembre la città ospiterà il X congresso mondiale

A settembre la città ospiterà il X congresso mondiale
Parteciperanno personalità e studiosi provenienti da tutta Europa e dal resto del mondo

di Edoardo Pusillo, giornalista, docente a contratto di Diritto dell’Unione europea al Dipartimento di Lingue e Culture Moderne dell’Università di Genova.

La “mediazione” strumento indispensabile per superare contrasti e conflitti e sviluppare una cultura della pace sarà il filo conduttore di una maratona di cinque giorni caratterizzata da conferenze, forum, lezioni, dibattiti e workshop. E Genova, dieci anni dopo essere stata Capitale europea della Cultura, torna ad essere al centro di un altro grande appuntamento internazionale: dal 22 al 27 settembre la città della Lanterna ospiterà infatti il X Congresso mondiale di mediazione.

All’appuntamento, ospitato nello splendido palazzo Ducale, parteciperanno personalità e studiosi provenienti da tutta Europa e dal resto del mondo.

Sarà una rara opportunità in cui verranno messe a confronto realtà, approcci e strategie diverse attuate nei molteplici ambiti della mediazione proprio in un momento storico in cui la società si evolve tanto rapidamente quando contrassegnata da contrapposizioni all’apparenza inconciliabili. Tra gli obiettivi del Congresso, spiegano gli organizzatori, “Esaminare lo stato di avanzamento dei modelli di mediazione ad oggi vigenti, in particolare il modello trasformativo e associativo, e il loro impatto sulle capacità dei mediatori di dialogare in chiave positiva, associativamente e restaurativamente” inoltre “compiere una valutazione dello sviluppo della mediazione nei diversi ambiti in più paesi possibili” e ancora “valorizzare le buone pratiche della mediazione per diffondere quelle che possono essere un supporto alla pacificazione della società”.

Tra gli organizzatori ed i sostenitori per quanto riguarda l’Italia: Università Degli Studi di FSFSGenova Dipartimento di Lingue e Culture Moderne (direttore Michele Prandi), la Fondazione San Marcellino (presidente P. Nicola Gay S.J.), Palazzo Ducale Genova Fondazione per la Cultura (presidente Luca Borzani), l’Associazione di Mediazione Comunitaria (presidente Mara Morelli), la Fondazione Casa America (presidente Roberto Speciale). Nel fitto programma degli interventi è prevista la partecipazione, fra gli altri di: Jorge Pesqueira Leal (Messico), Juan Carlos Vezzulla e Alejandro Nató (Argentina), Carlos Giménez (Spagna), Fernando Díaz Colorado (Colombia), Jacqueline Morineau (Francia), Jorge Pesqueira Leal (Messico), Juan Carlos Vezzulla (Argentina), Danilo De Luise (Italia) e Ramón Alzate (Spagna), Iván Ormachea Choque (Perù), Fadhila Mammar (Tunisia), El Hadji Ahmadou (Senegal), Fernando Díaz (Colombia), Javier Vidargas (Messico), Lisa Parkinson (Regno Unito) Silvia Sallard e Myriam Barrientos (Cile ) e Laura Quiroz (Messico).

Il Comune di Genova, presente a questa iniziativa internazionale, ha concesso il patrocinio e numerosi dipendenti comunali parteciperanno ai lavori.

La Regione Liguria ha concesso il patrocinio all’evento e un contributo. Le informazioni sul programma del Congresso mondiale di mediazione, i nomi di tutti i partecipati, gli argomenti che saranno trattati e via dicendo sono reperibili al sito

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.