logo unione europea logo governo italiano logo regione liguria Il sito della Regione Liguria dedicato al mondo del lavoro

Il sito di Regione Liguria per il lavoro - Area Cittadino

news Infolavoro


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

News  21 settembre 2017
Registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro
Presso le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, è  disponibile – alfine di consentire un incontro tra le Istituzioni scolastiche e le imprese disposte a offrire un periodo di alternanza scuola-lavoro – il Registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro.
Il Registro è suddiviso in 2 sezioni:

  1. Un'area aperta e consultabile gratuitamente in cui sono visibili le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili a svolgere i percorsi di alternanza scuola-lavoro o percorsi di apprendistato di primo livello. Per ciascuna impresa o ente il registro riporta il numero massimo degli studenti ammissibili nonché i periodi dell'anno in cui è possibile svolgere l'attività;
  2. Una sezione speciale del registro delle imprese di cui all'articolo 2188 cod. civ., a cui devono essere iscritte le imprese per l'alternanza scuola-lavoro; tale sezione consente la condivisione, nel rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali, delle informazioni relative all'anagrafica, all'attività svolta, ai soci e agli altri collaboratori, al fatturato, al patrimonio netto, al sito internet e ai rapporti con gli altri operatori della filiera delle imprese che attivano percorsi di alternanza.

Le imprese possono indicare nel Registro la disponibilità ad ospitare gli studenti in apprendistato (1° livello).
Il periodo di alternanza scuola-lavoro, per i ragazzi che frequentano gli ultimi tre anni degli Istituti tecnici professionali e i Licei, si articola in 400 ore per gli Istituti tecnici e professionali e in 200 ore per i Licei.
Agli Istituti scolastici spetta la copertura assicurativa degli allievi e il documento della valutazione dei rischi deve essere allegato alla convenzione stipulata tra scuola e impresa.
Gli studenti verranno seguiti da un tutor designato dall’impresa, anche esterno all’impresa, e da un tutor designato dall’Istituto scolastico.
Alla fine del percorso, l’istituzione scolastica, con la collaborazione del tutor esterno, sintetizza le valutazioni nella certificazione finale e le competenze acquisite dagli studenti costituiranno credito anche per la transizione nei percorsi di apprendistato. (L. 13 luglio 2015, n. 107, art. 1, c. 41-44).
Sito Registro Nazionale per l’alternanza Scuola Lavoro – Portale della Camera di commercio
https://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home 

Fonte: Wikilabour.it (elaborazione)

News  18 settembre 2017
Un nuovo approccio si sta diffondendo nel contesto imprenditoriale: l Onboarding, l’ultimo step del processo di recruiting.
Consiste nel meccanismo attraverso cui le nuove risorse diventano gradualmente parte integrante del gruppo di lavoro, acquisendo le necessarie conoscenze e competenze. Un processo lento che può arrivare a durare persino un anno.
A confermarne l’importanza è l’indagine del 2016 condotta dal Top Employers Institute su un campione di 600 aziende certificate di tutto il mondo, di cui 66 italiane.
Nel nostro Paese si registra una prevalenza di imprese – il 94 per cento – che vedono il coinvolgimento attivo dei business leader e, in 7 casi su 10, sono proprio i top manager a gestire direttamente l’introduzione dei nuovi arrivati nel team di lavoro.
Tra gli strumenti previsti per facilitare l’inserimento c’è la figura del buddy, una sorta di mentore che realizza per loro un “pacchetto pre-assunzione” per orientarsi prima e durante l’approdo in ufficio.
Da menzionare uno studio pubblicato nel 2012 sulla rivista Academy of Management Journal da Sluss, Ployhart, Cobb e Ashforth, dal titolo “Generalizing newcomers’ relational and organizational identifications: processes and prototicability”, che ha analizzato il percorso di inserimento in impresa focalizzando l’attenzione sulle dinamiche che portano a identificarsi con l’organizzazione. In particolare, vengono definiti tre meccanismi chiave e una condizione:

  • Affect transfer, ovvero la capacità di trasmettere emozioni positive al nuovo assunto.
  • Social influence, le organizzazioni non sono solo un insieme di regole, sono anzitutto entità sociali in cui hanno luogo dinamiche e relazioni che influenzeranno, appunto, il nuovo arrivato
  • Behavioral sensemaking, è la capacità di attribuire senso e significato alle decisioni organizzative e agli avvenimenti aziendali. Quest’ultimo meccanismo è particolarmente motivante per il neo-dipendente e riesce ad orientare le azioni collettive.
  • Prototypicality del capo: agli occhi della nuova risorsa quest’ultimo dovrà apparire come promotore e incarnazione dei valori dell’azienda. Per essere credibili, l’organizzazione e il suo vertice devono agire con coerenza e nel rispetto di questi principi guida.

Per gestire al meglio le criticità della fase iniziale dell’inserimento lavorativo e arginare il fenomeno che induce i neoassunti, specialmente i giovani, ad abbandonare il lavoro di fronte ai primi ostacoli, l’ILO – International Labour Organization ha sollecitato le imprese ad adottare iniziative mirate a verificare la qualità dell’effettivo inserimento.
Fonte: Cliclavoro, da consultare per approfondimenti

News 5 settembre 2017
 Dall’Accordo Stato-Regioni le Linee guida sui tirocini formativi e di orientamento
Sono state recentemente sancite le Linee guida che disciplinano, esclusivamente, la tipologia di tirocinio di formazione e orientamento (L.92/2012).
Si tratta di un aggiornamento delle precedenti, del 2013, che le Regioni e le Province dovranno recepire ed applicare.
In particolare, sono stati modificati due articoli, il 2 e il 14 che riguardano, rispettivamente:

  • la durata minima, che non può essere inferiore a due mesi, con le eccezioni dei soggetti ospitanti che operano stagionalmente (un mese) e i tirocini estivi degli studenti (14 giorni)
  • le Regioni e le Province autonome devono promuovere il corretto utilizzo, anche attraverso protocolli, stipulati con l’Ispettorato nazionale del lavoro

I temi disciplinati riguardano, pertanto, oltre alla durata: i soggetti promotori; i soggetti ospitanti; le condizioni di attivazione; limiti numerici e premialità; le modalità di attivazione e di attuazione; le garanzie assicurative; la tutorship; l’attestazione; l’indennità di partecipazione, il monitoraggio; le misure di vigilanza, controllo e sanzioni.
L'attuazione delle Linee guida compete alle Regioni per cui, anche per il nostro territorio, si attende l'emanazione di una disposizione regionale successiva alla DGR 1052/2013.
L’accordo è disponibile sul sito: www.statoregioni.it con il codice 4.4/2017/2

News 28 luglio 2017
Lavoro agile
(Fonte: elaborazione da WikiLabour Italia - http://www.wikilabour.it/MainPage.ashx)

News 25 luglio 2017

Al via la revisione del quadro delle competenze chiave per l'apprendimento permanente
Fonte: Alfa Liguria, Servizio orientamento e manifestazioni

News 19 luglio 2017
Entra in vigore il D. Lgs che istituisce e disciplina il servizio civile universale
Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali

News 14 luglio 2017
Alternanza scuola lavoro e tirocini, gli obblighi aziendali sul fronte della sicurezza
Fonte: ‘Il Sole XXIV ore’

News 11 luglio 2017
La disoccupazione dell’Area euro è al 9,5%
Fonte: http://ec.europa.eu/eurostat/documents/

News 6 luglio 2017
Assegno nucleo familiare: che cosa è
Fonte e maggiori informazioni: https://www.inps.it/

News 29 giugno 2017

Il riscatto della laurea è possibile anche per le persone inoccupate
Per maggiori informazioni: www.inps.it

News 22 giugno 2017
INPS, circolare 23 maggio 2017 n. 89
(Fonte: wiki labour.it)

News 14 giugno 2017

È uscito il bando Erasmus Giovani Imprenditori ‘Global’ per la mobilità in Paesi extra UE
Maggiori informazioni sul sito

News 9 giugno 2017
Video tutorial sull’Assegno di ricollocazione a cura di Anpal
Fonte Anpal

News 1 giugno 2017
Cumulo pensionistico
(Elaborazione da: Wiki Labour Italia)

News 25 maggio 2017
Le nuove agevolazioni per la frequesta ad asili nido pubblici e privati
Fonte Presidenza Consiglio dei ministri

News 23 maggio 2017
E’ stato approvato, dal Consiglio dei Ministri, il Decreto legislativo di revisione del sistema Istruzione e formazione professionale
Fonte: Ministero del Lavoro e delle politiche sociali

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.