logo unione europea logo governo italiano logo regione liguria Il sito della Regione Liguria dedicato al mondo del lavoro

Il sito di Regione Liguria per il lavoro - Area Cittadino

Giovedì, 08 Giugno 2017

Il lavoro e la Liguria

Il lavoro e la Liguria

Gli stati generali si sono tenuti a Genova lo scorso 31 maggio 

A Palazzo Ducale, si è fatto il punto sui risultati raggiunti a distanza di un anno dall’inizio dei lavori di confronto sul tema

Giovanni Berrino - Assessore alle Politiche dell’Occupazione, Trasporti, Turismo e Personale
‘Chiediamo alle associazioni di categoria di credere nelle misure per dare speranza alle persone’

 L’appuntamento di oggi segue quello dello scorso maggio, continuando un dibattito che ha permesso di effettuare scelte decisive nel contesto del nostro mercato del lavoro. Il confronto, aspro ma costruttivo, che ha contraddistinto i lavori non fa notizia, ma è stato molto efficace. La parola d’ordine è stata ‘compartecipazione’.
I progetti partiti in questo periodo sono molti.
‘Over 60’ con un finanziamento di soli 500.000 euro, ha avuto una valenza importante, perché, in poco tempo, ha permesso a 71 persone di trovare lavoro. Il progetto verrà riproposto perché altre 100 hanno chiesto di parteciparvi.
‘Over 40’ parte dal dato reale che ne ha dimostrato la necessità: su 66.000 disoccupati, oltre il 50% ha più di 40 anni. Il finanziamento ammonta a 10 milioni di euro destinati a 3.500 persone. Si tratta di una cifra ancora insufficiente, per cui si sta studiando un rifinanziamento della manovra.
La disoccupazione giovanile è un altro problema serio, visto che questa platea, già di per sé molto ampia, si somma, in taluni casi, a quella dei genitori. Si spera nella partenza di Garanzia Giovani 2.0.
Il Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale per le aree di crisi della nostra regione ha offerto misure diversificate, tra cui l’autoimprenditoria. Coinvolge alcuni comuni dell’entroterra imperiese, Vado Ligure e altri comuni della Provincia di Savona, alcune zone del Comune di Genova, parte del Tigullio e della Spezia.
In questo progetto complessivo rientra anche il nuovo portale di incrocio domanda e offerta ‘Mi attivo’.
Un altro punto cruciale riguarda il lavoro autonomo che vede una differenza significativa di reddito tra uomini e donne, è un dato preoccupante a cui si cerca di ovviare con protocolli d’intesa con le Casse professionali.
Per i servizi per l’impiego è prevista una riforma che partirà dall’accreditamento di quelli privati, per ampliare l’offerta, nell’ottica di una concorrenza aperta. Questo percorso, nato da un confronto con le sigle sindacali e altri soggetti, prevede che nessun operatore, attualmente impegnato nei centri pubblici, venga escluso. Siamo la prima Regione ad aver deliberato i profili degli operatori dei Servizi per l’impiego.

Giovanni Toti: Presidente della Regione Liguria
‘Se la disoccupazione è stata uno tsunami, l’occupazione non è un’onda anomala’

L’occupazione è simile all’alta marea che cresce piano piano grazie all’attrazione della luna, rappresentata, in questo caso, dallo sviluppo economico. Non la si risolve con slogan, ma aiutando l’impresa con misure di accesso al credito, abbattendo gli interessi e favorendole nella ricerca delle professionalità che cercano. La formazione professionale deve essere continua e accompagnare tutte le fasi della vita lavorativa; non si può ritardare l’entrata nel mercato del lavoro e, al tempo stesso, allungarne la permanenza.
Oggi come oggi, non ci si salva autarchicamente, la dialettica può essere ampia, ma l’obiettivo da perseguire deve essere comune; al di la delle liturgie, occorre aumentare la qualità delle relazioni, nell’interesse della sostenibilità del sistema che funziona se si trova una sintesi e si fanno progetti comuni.
Sono certo che si stia remando tutti nella stessa direzione, cioè verso il soddisfacimento delle aspettative della comunità, le condizioni ci sono: crescono le crociere, il turismo, i porti, abbiamo gli istituti di ricerca, e, oggi si firmerà un protocollo tra Regione e Camera di Commercio per lavorare alla creazione d’impresa.

Ilaria Cavo: Assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e culturali
‘Portare avanti un lavoro congiunto tra Assessorati è stata la nostra scelta’

Molti gli obiettivi raggiunti. Il nuovo portale ‘Formazione e Lavoro’, voluto fortemente, è utile soprattutto ai giovani perchè offre non solo inserzioni ma anche opportunità di corsi.
Le aziende possono pubblicare le offerte di assunzione, ma anche evidenziare le loro esigenze formative. Si è arrivati a 34.000 candidature e 308 aziende accreditate. Obiettivo di fondo: avvicinare la formazione professionale al mercato del lavoro senza disperdere risorse pubbliche. Esempi concreti: la programmazione IeFP e i bandi over 24, 266 corsi che prevedono un sistema di premialità per gli enti che garantiscano percentuali occupazionali oltre il 60%. Lo sforzo ha avuto un riscontro positivo sui Neet che sono calati del 15%, secondo i dati dell’Osservatorio del mercato del lavoro di Alfa.
Sicuramente, anche a fronte di questi risultati, non dobbiamo abbassare la guardia, anche se è bene rimarcare che la Liguria è la regione del Nord Ovest che ha avuto la performance migliore.
E’ stato chiuso il bando sulla Blue economy che richiede il 70% di occupazione dei giovani. E’ questo il settore su cui si è deciso di continuare ad investire: in quest’ottica, è stata aperta, a Lavagna, una nuova sede dell’Accademia della Marina mercantile.
E’ attivo il bando per la formazione continua a sportello per gli occupati, che prevede iniziative formative aziendali e settoriali; piani formativi presentati da aziende in crisi e collegati a piani di riconversione e ristrutturazione aziendale; voucher aziendali. Gli enti di formazione stringono rapporti con le aziende per attuare il servizio. La tempistica spesso non è quella voluta dalle imprese, ma la formazione a sportello è più rapida e i voucher possono essere un valido aiuto. Presenta tre finestre di accesso: nei mesi di giugno, ottobre e febbraio prossimo. Il bando è sul sito di Alfa al seguente indirizzo:  e ammonta a 2,5 milioni di euro.
E’ stato emanato un bando sulla cultura e, a fine estate, ne uscirà uno sulle professioni turistiche.
E’ ancora aperto il progetto Start & Growth, gestito da Filse, per favorire l’occupazione e la nascita di nuove imprese, sostenendo le start up e le attività imprenditoriali avviate da non più di due anni; le domande pervenute sono 217 e riguardano soprattutto start up femminili.
Sull’alternanza scuola lavoro stiamo applicando il sistema duale, mettendo a disposizione risorse che riguardano anche l’inserimento in aziende simulate. Faremo giornate di presentazione per incentivarne l’utilizzo e verrà attivato un numero verde presso Alfa.

Elisabetta Garbarino: Responsabile Servizio Monitoraggio e analisi Alfa Liguria
‘L’IVC delle competenze, un servizio concreto alle persone’

Occorre ragionare in termini di sistema, questa fase di accreditamento fornisce l’opportunità di connettere i servizi per il lavoro con il processo di Individuazione, Validazione e Certificazione delle competenze, tematiche che, pur appartenendo a due Assessorati diversi, si stanno incontrando.
L’IVC delle competenze è un servizio reale di accompagnamento alle persone che, entro il 2018, dovrà essere funzionante. Riguarda gli apprendimenti acquisiti in vari contesti, anche informali e non formali.
Ritornando al tema dei servizi al lavoro, la scelta della Regione Liguria è stata: partire dalla centralità del pubblico, ma con apertura agli enti privati. Il sistema degli operatori liguri rappresenta, infatti, una risorsa, per cui si riconosce loro le competenze acquisite, attraverso il processo di IVC e, con la DGR 93/2017, sono stati definiti sette profili. Per accreditarsi, una struttura privata deve possedere queste figure, a geometria variabile. La certificazione e, quindi, i profili sono riconosciuti a livello nazionale attraverso l’Atlante delle Qualificazioni di INAPP e, in questo modo, costituiscono titolo per i pubblici concorsi.

Alessio Saso - Coordinatore dei Centri per l’impiego
‘La garanzia è l’affidabilità di servizi distribuiti sul territorio, mirati ai bisogni di utenti e imprese’

Anche per l’accreditamento si fa affidamento al nostro ente strumentale Alfa. Avere consapevolezza che, all’interno del sistema lavoro, operano risorse umane competenti è fondamentale.
I CPI e gli enti di formazione non possono far fronte alle numerose richieste di chi cerca lavoro, per cui si pone il problema di rispondere con un servizio adeguato all’utenza.
Si è assistito ad un impetuoso mutamento della normativa, il ruolo di coordinamento di Anpal è sempre più debole, la responsabilità dei servizi passerà infatti alle Regioni. Il cambiamento ha bisogno del coinvolgimento di tutti gli stakeholder per acquisire le migliori pratiche. Il nuovo modello di accreditamento andrà in Giunta entro giugno, e verrà riconosciuta ai cittadini la libertà di scegliere i servizi che, comunque restano gratuiti.
Si tratta di un sistema aperto, centrato sul pubblico che è risorsa insostituibile, avendo giocato, in questi anni, anche un ruolo di ammortizzatore sociale, i CPI hanno fornito strumenti per l’occupabilità e non solo opportunità di lavoro. Il 20% dei lavoratori assunti è passato dalle nostre strutture che li hanno presi in carico, per cui la formazione ricevuta è stata essenziale.
All’interno, vi lavorano 156 lavoratori e 180 in appalto che saranno i primi oggetto dell’intervento, per garantire a tutti la prosecuzione della loro attività. Il costo dell’operazione è di 7 milioni circa di euro, 40 lavoratori provenienti dal Piano nazionale entreranno negli SPI.
Il coordinamento non sarà facile, viste le molte differenze, anche marcate, all’interno dei territori, molto è lasciato alle singole persone che vi lavorano. Non tutto andrà a regime subito ma è fondamentale recuperare la giusta misura e atmosfera nei CPI.


Tavola rotonda
“Il Lavoro e la Liguria
Confronto tra i rappresentanti di: Sistema camerale ligure, CGIL, CISL e UIL Liguria, Confcommercio Liguria, CNA e Confartiganato Liguria, Agenzie per il Lavoro ed Enti di Formazione

A cura di Silvia Dorigati e Paola Mainini – Alfa Liguria

Foto di Silvio Calizzano - Alfa Liguria

 

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile,questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.
Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli vedi la privacy policy.